Margarethe von Trotta

Margarethe Von Trotta

Nata a Berlino nel 1942 da madre profuga russa è vissuta in Germania, dove ha contribuito alla nascita del Nuovo cinema tedesco; nell’Europa vasta e differente del secondo dopoguerra contribuisce col suo cinema ad elaborarne punti di coscienza e criticità .
Prima che regista è stata attrice e sceneggiatrice. Dal 1968 ha lavorato per il cinema e la televisione, recitando in molti film, tra cui alcuni di Rainer Werner Fassbinder (Gli dei della peste, 1969; Il soldato americano, 1970;  Attenzione alla puttana santa, 1970).
Con Volker Schlöndorff ha lavorato come come attrice, sceneggiatrice e co-regista.

Dal 1975 ha iniziato la sua attività di regista particolarmente attenta alla soggettività femminile  e caratterizzata dall’ osservare e descrivere con maestria i traumi collettivi, sempre visti nella cornice del vivere quotidiano e della realtà vicina alle cose.
Un occhio speciale per le attrici, spesso di teatro: Katharina Thalbach, Angela Winkler,  Barbara Sukova, Hannah Schygulla, Jutta Lampe e poi Carla Gravina,  Alida Valli, Fanny Ardant, Greta Scacchi, Valeria Golino (e le bravissime protagoniste di Rosenstrasse).
Vissuta per molti anni in Italia e poi a Parigi, attualmente risiede di nuovo in Germania. Nella sua più recente produzione torna una attenzione particolare alle vite di donne che hanno segnato la storia: Ildegarda di Binghen nel 2009 in Vision e
Hannah Arendt nel 2012/13

Regie

1975 Die verlorene Ehre der Katharina Blum (Il caso Katharina Blum), (con Schlöndorff)
1978 Das zweite Erwachen der Christa Klages (Il secondo risveglio di Christa Klages),
1979 Schwestern oder die Balance des Glücks (Sorelle, o l’equilibrio della felicità),
1981 Die bleierne Zeit (Anni di piombo) (Leone d’Oro al Festival di Venezia)
1982 Heller Wahn (Lucida follia)
1985-86 Die geduld der Rosa L. (Rosa L.)
1987 Felix: Eva, 25′ – Ti senti sola stanotte?
1988 Paura e amore (soggetto scritto con Dacia Maraini e liber. tratto da “Tre sorelle” di Ceckov)
1990 L’africana
1993 Il lungo silenzio
1994 Das versprechen (La promessa)
2003 Rosenstrasse
2009 Vision  
2012 Hannah Arendt

Sceneggiature

1971 Der plötzliche Reichtum der armen Leute von Kombach (L’improvvisa ricchezza della povera gente di Kombach)
1972 Strohfeuer (Fuoco di paglia)
1976 Der Fangschuss (Colpo di grazia)
1981 Die Fälschung (L’inganno)

Attrice

1968 Spielst du mit schragen Volgen di G. Ehmck
1969 Brandstifer di K. Lemke
1969 Baal di V. Schlondorff
1970 Der amerikanische Soldat di R. W. Fassbinder
1970 Paul Esbech di E. Neureuter
1970 Warnung von einer heiligen Nutte (Attenzione alla puttana santa) di R. W. Fassbinder
1971 Der Plotzliche Reichtum der armen Leute von Kombach (L’improvvisa ricchezza della povera gente di Kombach) di V.   Schlondorff
1971 Die Moral der Ruth Halbfass di V. Schlondorff
1972 Strohfeuer (Fuoco di paglia) di V. Schlonderff
1972 Desaster di R. Hauff
1973 Ubernachtung in Tirol di V. Schlondorff
1974 Georginas Gruende di V. Schlondorff
1975 Die Atlantikschwimmer di H. Achternbusch
1976 Der Fangschuss (Colpo di grazia) di V. Schlonforff
1976 Bierkampf di H. Achternbusch
1984 Blaubart di K. Zanussi

Segnaliamo lo studio approfondito di Ester Carla de Miro d’Ajeta. Margarethe von Trotta. L’identità divisa. Il cinema irriconciliato di Margarethe von Trotta. Le mani ed. 1999 accompagnato da una lunga e interessante conversazione in Video “Il respiro dello sguardo”

                                                            da youtube_FFdF_Creteil_etAll

                                                            

circola

Circolo del Cinema a soggettività femminista, attivo dal 1996 da Cagliari al mondo

Potrebbe anche interessarti...

2 Risposte

  1. 17 gennaio 2013

    […]    VISION aus dem Leben der Hildegard von Bingen di Margarethe von Trotta in lingua originale tedesca con sottotitoli in italiano, a nostra cura (traduzione di Simona Ferrai, […]

  2. 1 dicembre 2013

    […] Margarethe von Trotta, regista tra le maggiori autorialità cinematografiche del secondo ’900, continua la sua narrazione sul convivere umano, le vite e l’azione femminile nella storia: nel suo più recente film Hannah Arendtracconta una delle figure più profonde e rigorose del pensiero filosofico e teorico-politico del Novecento […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *