SEGNARE IL TEMPO 39ma ediz. 2018 a FIRENZE

Ritorna dall’8 al 12 novembre 2017 a Firenze il Festival Internazionale di Cinema e Donne, promosso dal Laboratorio Immagine Donna, alla sua 39°edizione, significativamente intitolato SEGNARE IL TEMPO  presso il Cinema La Compagnia, in Via Cavour 50r: la Casa del Cinema della Toscana.

Ricchissimo, secondo la sua ormai consolidata tradizione, di film, incontri, personalità, premi come annunciato in Conferenza stampa e come si può dettagliatamente leggere dalla presentazione nel sito del L.I.D. dal programma dettagliato

Riportiamo dal comunicato delle organizzatrici:
Segnare il tempo è il tema del festival, che indaga sul rapporto tra le donne, il cinema e la società contemporanea.
Questa manifestazione, giunta ormai alla sua 39esima edizione, è da sempre all’avanguardia nel porre l’accento sulle tematiche della parità di genere e della peculiarità del ruolo femminile in campo artistico e sociale: per questo il Festival Internazionale di Cinema e Donne si tiene già da trentanove edizioni ed è riuscito a creare nel panorama culturale toscano una riflessione importante sul tema delle Pari Opportunità, da sempre al centro delle politiche della Regione Toscana – ha affermato Monica Barni. Si vive nella società dell’effimero, per questo la continuità creata da festival ha una valenza ancora più significativa, per lasciare una testimonianza della nostra storia recente e per ‘Segnare il tempo’. In questi anni il festival, oltre ai valori di continuità e testimonianza, è stato un esempio di come sia possibile fare ricerca in campo cinematografico ed essere un laboratorio culturale dove si incontrano idee e progetti che ruotano intorno ai temi dei film realizzati dalle registe italiane e internazionali”.
Quest’anno il Festival vanta tre le tante ospiti, autrici del calibro internazionale come Coline Serreau, regista, attrice e scrittrice francese, e Dacia Maraini, scrittrice, sceneggiatrice e regista italiana, Dominique Cabrera – che presenta “Il Mediterraneo” per raccontare i momenti fondamentali della relazione tra Francia e Algeria – Farida Benlyazid e Izza Genini, importante registe del cinema marocchino… solo per citare alcune.
Anche dalla Sardegna saranno presenti autrici interessanti tra cui Marilisa Piga e Nicoletta Nesler con un documetario su Giuliana Lai e Gabriella Rosaleva che torna al lavoro registico dopo anni, come guida di un interessante gruppo di giovani in Laboratorio cinematografico, presso l’Università di Sassari, animato dalle docenti del Forum Fascina, nella realizzazione del corto Viaggio a Stoccolma breve ma intenso flash sul viaggio di Grazia Deledda verso Stoccolma in occasione del suo Nobel (…)
Grazie al bel lavoro “ostinato e contrario” delle organizzatrici Maresa D’Arcangelo e Paola Paoli

Viaggio a Stoccolma

 

per gli aggiornamenti e le ultime news segnaliamo la pagina FB del festival ed il sito

 

circola

Circolo del Cinema a soggettività femminista, attivo dal 1996 da Cagliari al mondo

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *