Non solo dive – Pioniere del cinema italiano

Retrospettiva di film e incontri, presso Cineteca Sarda, V.le Trieste 118, a Cagliari dal 14 Aprile al 31 maggio 2008.
 
Il pacchetto di film riprende in parte l’importante monografia presentata a Bologna ed a
Roma dalle rispettive Cineteche, con la consulenza esperta della prof. Monica Dall’Asta, si segnala per la peculiarità delle opere e delle acquisizioni sia filmiche che conoscitive.

Il programma comprende lungometraggi con grandi figure di attrici, attive e volitive anche nell’ideazione e realizzazione, quali: Assuna Spina e Francesca Bertini, Cenere e la Duse, Miss Doroty e Diana Karenne, Cainà e Maria Jacobini; produzioni particolarissime come i film della grande Elvira Notari: ‘e Piccerella, ‘a Santanotte di recentissimo restauro e Gennariello (interessante montaggio di spezzoni) o di Renèe de Liot che cura soggetto e sceneggiatura del singolare L’atleta fantasma; film con eccentriche interpretazioni atletico-acrobatiche (quali quelle di Astrea in Justitia e Berta Nelson in Vittoria o morte), serie comiche (Lea Giunchi in Lea e il gomitolo e Gigetta Morano in Forza irresistibile e Gigetta è pedinata), etc.
Di specialissimo interesse storico e critico il film UMANITA’ (restaurato a cura della Cineteca
Nazionale e dell’Associazione Orlando di Bologna con il concorso del MIBAC) di ispirazione
pacifista, (tratto dal racconto di V. E. Bravetta Tranquillino dopo la guerra vuole ricreare il
mondo) è stato realizzato nel 1919 dalla regista Elvira Giallanella, ma è rimasto sconosciuto,
insieme alla sua regista, fino al recente ritrovamento della prof.a Dall’Asta presso la Cineteca
Nazionale di Roma.
In occasione della programmazione di Umanità ed a precederne la proiezione serale, il pomeriggio del 17 ottobre, alle ore 18, si svolgerà una tavola rotonda sui temi del lavoro delle donne nel cinema italiano delle origini, con esperte e studiose quali la prof.a Monica Dall’Asta responsabile per l’Italia del Programma di Ricerca Women Film Pioneers, Micaela Veronesi dell’Associazione Italiana per le Ricerche di Storia del Cinema e curatrice dello studio
monografico su Elvira Giallanella e Umanità, Cristina Jandelli docente all’Università di Firenze e
studiosa del divismo nel cinema italiano delle origini e la prof.a Ester Carla De Miro, docente di
cinema all’Università di Genova, esperta del lavoro femminile nel cinema.
Evento collaterale di particolare interesse, sabato 18 alle ore 18: presentazione della
riedizione dell’Autobiografia di Alice Guy, curata per le edizioni della Cineteca di Bologna
dalla prof.a Monica Dall’Asta, che presenterà il suo lavoro in conversazione con Lucia Cardone, docente di Cinema all’Università di Sassari.
I film saranno accompagnati con musica dal vivo in sala a cura delle musiciste Nicoletta Conti e
Morena Malaguti; per Cenere e Cainà le musiche sono di Mauro Palmas.

La rassegna si colloca nel quadro del Progetto Un’isola in Festival della Regione Sardegna,
progetto triennale promosso dal MiBAC, Ministero per i Beni e le Attività Culturali, dalla Regione
Autonoma della Sardegna – Assessorato dello Spettacolo, dalle otto Province sarde e
organizzata dalla Fondazione Teatro Lirico di Cagliari, e si realizza in collaborazione con le più
importanti cineteche italiane e la Cineteca Sarda/Società Umanitaria di Cagliari.

circola

Circolo del Cinema a soggettività femminista, attivo dal 1996 da Cagliari al mondo

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *