Occhio Malocchio Lo sguardo su di me – corso di fotografia

6 e 7 luglio 2012, Sala Eleonora d’Arborea in Via Lanusei 19, la collettiva Andaiola presenta 
OCCHIO MALOCCHIO. LO SGUARDO SU DI ME 

mostra fotografica dedicata a Julia Carta, majalza
                                                “ innanti de sa manu mia
                                                   luxi, ogus, sprigu
                                                   t’oprexianta sa ia” J.C.

Prestissimo comunicato stampa e locandina per la massima diffusione, intanto su l’occhio di Zorba trovate Euridice secondo Andaiola

a conclusione ed a raccolta del lavoro realizzato nel Corso di autorappresentazione fotografica Occhio e malocchio: lo sguardo su di me tenuto da Luisa Siddi, direttora della rivista Fuoritema. In 5 lezioni, di due ore ciascuna, una volta a settimana, a iniziare da venerdì 23 marzo alle ore 20, in Via Lanusei 19a, sala Eleonora d’Arborea a Cagliari, nel conteso dei PICCOLI CANTIERI DI VISIONI E INCONTRI della Circola di Primavera
 
E’ rivolto a donne di tutte le età: stavolta guardiamo come veniamo guardate, il peso o la leggerezza di avere uno sguardo addosso, il  potere che potrebbe avere di definirci.  Ce l’ha nella misura in cui non ne siamo consapevoli. Invece che abbassare gli occhi, fotografiamo chi ci guarda e come ci guarda.

Durante il corso si lavorerà su reflex manuali in modalità analogiche, perché attraverso lo strumento si impari a riflettere sul processo della vista e della visione (la reflex è lo strumento più simile all’occhio umano). Lavorare su pellicola, inoltre, consente il tempo dell’attesa per rivedere i propri scatti. Questo, nelle mie esperienze precedenti di corsi di autorappresentazione, protegge da un gusto standardizzato che spesso impone l’autocensura, basata su giudizi estetici estranei e la cancellazione definitiva di alcune foto. La pellicola conserva tutto e, insieme alle autrici, in discussione collettiva, si faranno le selezioni elaborando un criterio condiviso e originale.
Il corso non potrà occuparsi di praticare le tecniche di sviluppo e stampa, per ragioni logistiche e per non imporre un numero chiuso di partecipanti.
Io svilupperò le pellicole, le scansionerò e la discussione si potrà fare sulla proiezione delle immagini. Le foto selezionate le stamperò in camera oscura e potranno diventare una mostra collettiva
Il corso è gratuito. All’ inizio di ogni lezione si spiegherà che il corso vuole essere un’iniziativa di sostegno alla libreria, perché possa continuare la sua attività e si chiederà un’offerta libera.

SI prevede una mostra di fine corso, il cui ricavato andrà a sostenere il Centro di documentazione e studi delle donne di Cagliari che ci ospita <cdsdonnecagliari.it>

 

 

circola

Circolo del Cinema a soggettività femminista, attivo dal 1996 da Cagliari al mondo

Potrebbe anche interessarti...

4 Risposte

  1. circola scrive:

    Udite, udite… andiamo, andiamo

  2. apiapi scrive:

    allora a domani sera alle 20. A si biri

  3. circola scrive:

    Allora ragazze, eccoci arrivate fin qui! Ora messaggi per incontri, appuntamenti volanti ed operazioncelle varie sono graditi ed attesi
    🙂
    intanto che la maestra e direttora se la viaggia con i nostri migliori auguri :-))

  4. circola scrive:

    Martedì 5 giugno, operative verso l’allestimento Mostra!-))

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *