Sadie Benning

Videoartista teen-ager. Ha iniziato i suoi video-diari a 15 anni, quando le regalarono per Natale (padre: filmaker sperimentale James Benning) una Pixel Video 2000 (la famosa telecamera di plastica che prima di essere tolta dal mercato si poteva comprare per posta dalla Fisher Price in Ohio per 45 $).
A new year. 1989. Prima avventura, il mondo in una stanza..
Living inside. 1989. Continua l’esplorazione .. di sè e il mondo..
If every girl had the diary. 1990. Cult al Whitney Museum di New York, circola dal 91 in tutti i musei d’America, nel 93 è passato a Venezia, e va a quasi tutti i festival di cinema queer.
Circa 10 video tra 4 e 20 minuti, e un lungometraggio “Girl power”.
Categorie: biofilmografie

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *