Sadie Benning

Videoartista teen-ager. Ha iniziato i suoi video-diari a 15 anni, quando le regalarono per Natale (padre: filmaker sperimentale James Benning) una Pixel Video 2000: la famosa telecamera di plastica che prima di essere tolta dal mercato si poteva comprare per posta dalla Fisher Price in Ohio per 45 $.
A new year. 1989. Prima avventura, il mondo in una stanza..
Living inside. 1989. Continua l’esplorazione .. di sè e il mondo..
If every girl had the diary. 1990. Cult al Whitney Museum di New York, circola dal 91 in tutti i musei d’America, nel ’93 è passato a Venezia, e va a quasi tutti i festival di cinema queer.
Conta complessivamente circa 10 video tra 4 e 20 minuti, e un lungometraggio “Girl power“.
Categorie: biofilmografie

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *