Dominique Cabrera

Regista di origine algerina che vive in Francia, partecipa della “nouvelle vague” dei/delle documen/teur (l’occhio documentario nella fiction) insieme a Claire Simon, Catherine Corsini, Cristine Carrière, Anne Fontaine, etc… ed è interessata particolarmente alla condizione del vivere nel conflitto di identità…

Nel film lungometraggio L’autre cote de la mer del ’97, racconta di G. Montero, un pied-noir padrone di una fabbrichetta di olive in Algeria, che arriva in Francia per una operazione di cataratta e qui incontra Tarek, il suo chirurgo, un “beur” che ha tagliato i ponti con la cultura algerina …tra loro nasce una strana amicizia che si nutre di viaggi nelle rispettive culture scambiate… identità e passing delle differenze … è la questione dell’oggi!….

L’autre côté de la mer Prod: Francia, 1997, 35mm, colore, 89’ 


0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *